Se esiste una disciplina che può assolvere il compito d’integrare approcci clinici, modelli di ricerca e applicativi abbastanza differenti fra loro questa è la Psicologia Dinamica.
Il diverso bisogno di conoscere se stesso da parte dell’uomo contemporaneo, certamente più ampio e sofisticato rispetto a qualche anno fa, comporta anche il desiderio di poter fruire di momenti simbolico-espressivi e di contesti terapeutici che possano
meglio rispondere alla visione di un ecosistema (naturale e interumano) nel quale l’individuo possa sviluppare un continuo scambio tra mondo interiore e mondo esterno e in forma attiva perché, divenendone sempre più profondamente cosciente, ha la possibilità di utilmente determinarsi, adattarsi e, inoltre, partecipare insieme agli altri alla costruzione di un comune soddisfacente contesto di vita.
Il
Modello Multimodale della Psicologia Dinamica, elaborato dal Dr. Alfredo Anania, fondato sul lavoro pluridisciplinare d’équipe, rappresenta un promettente filone di ricerca nell’ambito di questa complessa disciplina.